Renzi va a fare un discorso in una scuola, ma alle domande di un alunno entra nel panico e…

Il Premier Renzi viene invitato in una scuola per una conferenza a stampa. Metà degli allievi viene radunati tutti in palestra per ascoltare il politico fiorentino.

Renzi inizia a parlare dei progressi del governo: siamo bravi, siamo umili, facciamo tante riforme buone, c’è ripresa economica, la disoccupazione cala, gli investimenti sulle scuole sono in ripresa e molto altro. Il preside alla fine chiede se ci sono domande.

Si alza Pierino: “Per prima cosa lei aveva promesso che non sarebbe andato al governo senza fare le elezioni. Perché invece è lì?
– Perché ancora i partiti prendono soldi pubblici?
– Perché state deturpando la nostra costituzione?
– Perché migliaia di giovani fuggono ogni mese da questo paese, nella speranza di un futuro migliore?
– Perché migliaia di anziani non ricevono una pensione adeguata e sono sotto la soglia della povertà?
E nel mentre voi continuate a ingozzarvi come dei maiali?
– Perché si è presentato come la promessa di cambiamento? Quale cambiamento?
– E infine con quale coraggio si guarda allo specchio la mattina?”

Renzi rimane senza parole e l’ambiente è gelato. Per sua fortuna, proprio in quel momento suona la campanella e gli studenti vengono subito fatti entrare in classe.

Dopo viene la seconda metà degli allievi e Renzi fa il suo discorso, subito dopo il prete avverte che il tempo dell’ospite sta per finire e quindi sono concesse solo due domande. Così si alza Giovanni e dice: “Io ho due domande: come mai la campanella oggi ha suonato venti minuti prima? E che fine ha fatto Pierino?”.

http://www.pandapazzo.com/

2224

Guarda Anche:
SHARE